This image is copyrighted.
logo

Aipp Workshop 2013 – Australia

18 giugno 2015

Oltre che parecchio “fuori porta”, il workshop che ho tenuto a Hobart, in Tasmania, si è rivelato una nuova possibilità per potermi confrontare con un gran numero di colleghi che vivono dall’altra parte del globo. L’accoglienza riservatami è stata splendida, seppur dopo oltre un giorno di viaggio (arrivavo direttamente da un matrimonio in Francia) ho avuto la possibilità di entrare velocemente nel “mood” australiano grazie alla meravigliosa organizzazione di AIPP (Australian Institute of Professional Photography) a seguito dell’invito a partecipare, in qualità di master, all’evento annuale australiano dedicato alla fotografia professionale: l’ “AIPP Event”.

Il programma prevedeva, come nelle precedenti edizioni, una serie di incontri in aula con professionisti americani e australiani (tra cui nomi noti come Abraham Joffe, Jennifer B Hudson, Annie Zanazanian, ecc.) che analizzavano vari ambiti della fotografia, dalla naturalistica al reportage, dall’arte alla sportiva e con, per la prima volta, un’eccezione europea, il sottoscritto. Ho percepito forte curiosità da parte dei partecipanti al mio programma, che ho svolto nell’imponente sala 1 dello stupefacente Grand Chancellor, affacciato direttamente sul porto di Hobart e sul “Constitution Dock”, raccontando il mio rapporto con la fotografia di matrimonio e con una serie di considerazioni e consigli che avevo già mostrato all’estero in altre occasioni, cercando di trasmettere il punto di vista italiano su quello che reputo uno dei “lavori” più affascinanti al mondo.

Il giorno successivo ho poi tenuto un corso pratico con shooting e post-produzione delle immagini con un gruppo ristretto di fotografi, con i quali ho avuto un fitto scambio di esperienze e di informazioni, ricevendo conferme alle mie impressioni iniziali: gli australiani sono molto in gamba, conoscono davvero bene la fotografia (perchè hanno istituti di prim’ordine) e sanno che nel panorama mondiale occupano un posto in prima fila.
La mia esperienza è stata molto faticosa ma esaltante (Parigi-Hobart-Roma in 5 giorni non è uno scherzo) e tra i tanti feedback che ho ricevuto uno mi ha colpito in maniera particolare. Ve lo riporto sotto.
Un grazie speciale a tutti coloro che mi hanno seguito e accompagnato durante questa indimenticabile trasferta.

For me the stand out presentation came from an unexpected quarter.  An Italian wedding photographer, Flavio Bandiera has studios in Rome, Milan and Turin, his credentials cover the major photography Institutes and Associations and his speaking engagements are myriad. His images were contemporary and well designed and thought out; BUT it was the language he used to describe and illustrate his images.  Bandiera’s command of language in describing the various aspects of creating imagery was akin to a lecture from the best of photography’s leading academics.  Despite apologising for English being his second language, his list of terms was the best I have ever heard in the description of what we do as image makers.  It is hoped that the AIPP includes his presentation among the video of demand list; as it will rival the best photographic lecturers in this country.
Ian Poole

Event Details

  • From: 18 giugno 2015
  • To: 18 giugno 2015
  • Starting at: 08:30
  • Finishing at: 19:00

Address

  • Hobart
  • Australia